Sign in to your FairAdvisor account

Not a FairAdvisor member

Join us

Forgot?

Save time

Forgot your password?

We will send you an e-mail to reset it

Back
Close it

IEG va in borsa a 3,7 euro per azione

In borsa, ma al minimo della forchetta di prezzo. Italian Exhibition Group (Ieg) ha concluso in anticipo il periodo di collocamento dell'offerta riservata a investitori istituzionali trovando apprezzamento sul mercato anche se l'operazione è stata definita al prezzo minimo dell'offerta individuata inizialmente (3,7-4,2 euro per azione), ossia 3,7 euro per azione.

La società che gestisce le fiere di Rimini e Vicenza presieduta da Lorenzo Cagnoni e guidata dall'ad Ugo Ravanelli ha comunicato che gli azionisti di riferimento Rimini Congressi e Salini Impregilo , "d'intesa con i coordinatori dell’offerta, Equita  e Intermonte, hanno deciso di anticipare la chiusura del periodo di offerta relativo al collocamento delle azioni della società poste in vendita dagli azionisti, riservato ad investitori qualificati in Italia e istituzionali esteri", si legge in un comunicato diramato poco fa. L'offerta è finalizzata alla quotazione delle azioni su Mta: la data di avvio delle negoziazioni è stata fissata per mercoledì 19 giugno.

In base alle richieste pervenute nell’ambito dell’offerta, sono state assegnate 5,392 milioni di azioni a 27 soggetti richiedenti (complessivamente pari al 17,47% del capitale sociale post offerta), di cui 4,87 milioni di azioni vendute da Rimini Conressi e le restanti da Salini Impregilo. La domanda complessiva è stata pari a 1,8 volte il quantitativo offerto. All'esito dell'offerta, Rimini Congressi detiene una partecipazione pari al 49,29% del capitale sociale della società ed eserciterà, grazie al voto maggiorato, il 61,36% dei diritti di voto.

In base al prezzo di offerta la capitalizzazione di Ieg  alla data di avvio delle negoziazioni sarà pari a 114,2 milioni. "I proventi derivanti dal collocamento spettanti agli azionisti venditori, al netto delle spese e delle commissioni riconosciute al consorzio di collocamento, sono di 18,1 milioni".

Il processo di quotazione è stato gestito, oltre che dai global coordinator, Equita e Intermonte (è anche lo sponsor della società), dallo studio legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli&Partners e dallo studioDLA Piper assiste i Coordinatori dell’Offerta.

2019-06-17 Source: MilanoFinanza.it

By continuing to use this site you consent to the use of cookies on your device as described in our Statement on Cookies unless you have disabled them. You can change your Cookie settings at any time but parts of our site will not function correctly without them.     [OK]